Sisinnio Usai

Titolo dell’opera

Ho spezzato il filo delle tradizioni

Anno di realizzazione

1998

Tecnica

olio – pastello - foglia argento su tela

Dimensioni

110 x 110

Sisinnio Usai – Biografia

 

Sisinnio Usai (Isola dell’Asinara, 1950 – Sassari, 2018)
Fin da ragazzo manifesta un particolare interesse e una marcata predisposizione artistica, e per questo si iscrive all’Istituto d’Arte di Sassari, suoi insegnanti tra gli altri Gavino Tilocca e Stanis Dessy. La sua prima personale si tiene nel 1971 presso la Galleria La Catena a Sassari; la mostra viene presentata dal grande maestro e artista Mario Delitala. Dal 1979 al 1981 illustra i racconti Enzo Espa pubblicati su libri, quotidiani e periodici. Usai studia e si appassiona anche alla grafica, infatti, verso la fine degli anni settanta collabora con una serie di riviste per cui produce illustrazioni e grafiche, non solo a livello regionale ma anche nazionale. La sua attività grafica è ancora oggi notevole.
Per quanto riguarda la sua attività pittorica, dalla sua prima esposizione nel ‘71 Usai continua a esporre a livello non solo regionale ma nazionale e internazionale, in diverse esposizioni sia collettive che personali. Le sue opere pittoriche sono caratterizzate da una forte espressività riconoscibile nei gesti dei personaggi; nel suo linguaggio figurativo è molto importante il ricordo dei momenti passati, della tradizione anche e conseguentemente delle radici di ogni uomo. Le sue opere protestano contro la presente condizione in cui l’uomo si trova, contro la situazione stessa dell’arte che soffre. Nei suoi quadri ci offre nuove prospettive visibili, nuovi modi di essere e nuove prospettive del reale, con i colori e i suoi paesaggi definiti “fluttuanti”.
Sisinnio Usai ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Roma, ed è stato direttore del Dipartimento di Arti visive all’Accademia sassarese.

 

 

 

 

Altre opere

Principali mostre personali

 

2011 – A Paraulas maccas…Studio D’arte - Sassari
2009 – Bianco di Titanio Museo Ex C. Clarisse - Ozieri
2003 - Bolos lebios Studio D’arte - Sassari
2001 - Cavalle cavalli Palatu E’ Sas Iscolas - Villanova Monteleone
2000 - Frunzas solianas Studio D’arte - Sassari
1999 - Segni editi Studio D’arte - Sassari
1999 - Pagine strappate Galleria Incontri D’arte - Cagliari
1998 - Ricordi passati E Futuri Museo Ca’ La Ghironda - Bologna
1997 - Appunti dipinti per le storie cantate di Fabrizio De Andre’ Castello Dei Doria - Castelsardo Palazzo Della Provincia - Sassari
1996 - Sponde Mediterranee Comune Della Maddalena (Ss)
1995 - Cantastorie Storiecantate Centro Waliberg - Zurigo
1994 - Nell’isola che non c’e’ Galleria Il Castello - Milano
1993 - Padre Padrone Teatro Civico - Sassari
1990 - Souvenir stagionali Galleria Petrarca - Parma
1989 - Favole, ricordi, sogni e … Altro Galleria Gamarte - Sassari
1981 - Tradizionali Galleria Il Calligramma - Busto Arsizio
1971 - Prima apparizione Galleria La Catena – Sassari

 

 

Principali mostre collettive 

 

1996, Ozieri, Rassegna nazionale, Museo d'Arte Contemporanea
1996, Ozieri, Nel sogno di Pegaso, Sala Combattenti
1998, Berchidda, Sguardi sulla ricerca, Time Jazz
1999, Alghero, Encotres, Palazzo Comunale
2000, Berchidda, La Collezione, Time Jazz
2000, Bologna, Il corpo nella pittura del 900, Museo Cà La Ghironda
2000, Vicenza, Arte e Moneta 2000, Salone della Numismatica
2002, Codogno, Naturarte 2002, Ex Ospedale Soave
2002, Milano, Venature, biblioteca Comunale Dergano
2003, Praga, Europe Art Languages, Capannone Industriale Techo
2003, Banari, Pittura e scultura dal 1950 ai giorni nostri, Museo d'arte Contemporanea FML
2003 - Sassari, Studio d'arte, "Bolos lebios"
2006 - Brisbane (Australia), "16 sguardi una rassegna"
2006 - Sidney (Australia), "16 sguardi una rassegna"
2006 - Melbourne (Australia), "16 sguardi una rassegna"