Giovanni Polinas

Titolo dell’opera

Anno di realizzazione

Tecnica

mista su tavola

Dimensioni

56,5 x 136

Giovanni Polinas – Biografia

 

Polinas nasce come autodidatta e negli anni dell’adolescenza frequenta lo studio di Lorenzo Salice.
Il percorso artistico di Polinas è caratterizzato da una adesione iniziale alla pittura figurativa, per poi aprirsi alle tendenze dei linguaggi contemporanei come quello dell’astrattismo, ma anche spaziare con la fotografia e le installazioni. Tante le esperienze e le mostre collettive e personali a cui l’artista partecipa, sia regionalmente che a livello nazionale.
L’opera donata al Museo di Atzara, come tante altre opere dello stesso artista, è ispirata al tema marino e, l’opera viene realizzata anche con l’utilizzo di materia esterna, in questo caso di conchiglie, ma anche della stessa sabbia. Spesso questi elementi vengono accostati al ferro ed altri materiali. Significativamente, l’artista, attraverso la ricerca e lo sviluppo di un personale linguaggio artistico, necessita comunicare una forte esigenza di ritorno alle origini, in un ambiente di equilibrio, dove la natura interagisce con l’essere umano in forma armonica, attraverso il reciproco rispetto.
Nell’opera dell’artista è visibile un forte attaccamento alla sua terra di origine, dell’isola primordiale, che lui spesso ricorda con l’applicazione di porzioni di terra, rami secchi di ginepro o altri caratteristici elementi facilmente rapportabili al territorio sardo.

 

Altre opere

Principali mostre personali

 

 

 

Principali mostre collettive