Angelo Fodde

Titolo dell’opera

Giocoliere

Anno di realizzazione

2002

Tecnica

olio su masonite

Dimensioni

60 x 50

Angelo Fodde – Biografia

 

Angelo Fodde (Oristano, 1949), l’incontro con l’arte avviene a 13 anni quando intraprende gli studi all’Istituto Statale d’Arte di Oristano dove si diploma nel 1961 come Maestro d’Arte. Allievo di Carlo Contini, frequenta il suo studio fino al 1969, anno in cui parte a Roma per il servizio militare, dove con visite a musei e pinacoteche completa la sua formazione culturale. E’ proprio negli ultimi anni di frequentazione dello studio di Carlo Contini che Angelo Fodde inizia a dedicarsi maggiormente a figure in movimento che si dividono e uniscono in linee e curve cromatiche sempre più stilizzate ed essenziali. Sono gli anni di formazione in cui l’artista giovanissimo predilige tematiche convenzionali e accademiche: nature morte, paesaggi, vedute d’interni. Nel suo studio si esercita nelle tecniche e tematiche più diverse e sebbene segua gli insegnamenti del suo maestro, dall’altra parte persegue una continua ricerca di moto
Giovanissimo partecipa alle prime mostre e concorsi di pittura, dove riceve i primi riconoscimenti. Inizia a dipingere soggetti inerenti la Sartiglia. A 17 anni, nel 1966 riceve il 3° premio alla Mostra Regionale di pittura organizzato dal Club della caccia Oristano con il dipinto “Battaglia di Uras”. E’ l’inizio di una precoce e creativa carriera artistica. L’anno successivo, alla Mostra regionale di arti figurative organizzata nella sua città natale, con l’opera “Pariglia”, vince il 3° premio. Alla mostra prendono parte artisti come Franco Bussu, Antonio Corriga, Libero Meledina, Agildo Sitzia.. La vena regionalistica e il realismo romantico segnano comunque, fin dalla formazione, l’artista oristanese che nella composizione pittorica di spazi urbani inserisce luci e colori della sua terra con pennellate di dinamismo appena accennato. Realismo romantico, innovazione tecnica e ricerca espressiva tra acrilico, olio e tecniche miste, si combinano tra loro e descrivono la cifra stilistica del pittore: persone e ritratti di alunni, uomini e fanciulli ad esprimere l’interiorità capace di eliminare le infrastrutture mentali; Sartiglia, cavalli e cavalieri per dar spazio alla vivacità del colore e al movimento ritmato dalla giostra equestre. Persone, personaggi del carnevale ma, soprattutto, cavalli e cavalieri sono soggetti ricorrenti della sua carriera artistica. Come essi energicamente si esibiscono in giostre equestri e in particolare nella Sartiglia, così il pittore oristanese perpetua nel tempo e nello spazio il suo e il loro gesto attraverso una vivacità di colori e di stile senza eguali. Persone, personaggi del carnevale ma, soprattutto cavalli e cavalieri sono soggetti ricorrenti della sua carriera artistica.
Non a caso, Roberto Cau, l’editore che pubblica il volume Angelo Fodde Disegni nel 2003, lo definisce una personalità di spicco compreso di diritto tra i maestri che rendono prezioso l’operato artistico sviluppato negli ultimi cinquant’anni in Sardegna. Nel 2010, Angelo Fodde entra in collezione al museo MAMA con l’opera Giocoliere, del 2002, in cui ormai maturo sperimenta misurate sintesi geometriche vicine all’informale in cui è il colore a raccontare ed emozionare, assorbendo ogni gesto dell’artista, libero di sfogare la sua carica espressiva e dinamica.

 

Altre opere

Principali mostre personali

 

1976 - Oristano, Galleria Comunale, I Personale
1981 - Oristano, Galleria Comunale, II Personale, recensione di Giuseppe Pau

 

 

Principali mostre collettive 

 

2007 - Mogoro, Sistema museale Sa corona Arrubia, Collettiva con l'opera "Paesaggio Padrese"
1969 - Oristano, Centrostudi arborensi, Settembre oristanese, 2° mostra regionale di pittura, segnalazione con targa
1967 - Oristano, mostra regionale arti figurative "Sa Sartiglia", Carnevale oristanese, 3° premio
1966 - Oristano, Club della caccia, 3° mostra regionale di pittura, 3° premio
1965 - Oristano, Club della caccia, 2° mostra regionale di pittura, segnalazione